La risposta è sì. Riprendiamo il tema da dove lo abbiamo lasciato con la campagna sugli “Essential di San Francisco” e la campagna “Mighty 5 dell’Utah” che ci confermano che le destinazioni fanno meglio a mettere in risalto i loro pochi prodotti di punta per ispirare, lasciare spazio all’immaginazione e far scattare il sogno.

Gli “Essential di San Francisco”. Il sito web di San Francisco Travel, l’agenzia di promozione della destinazione San Francisco, ha vinto diversi premi. Il suo design accattivante permette di scoprire rapidamente la diversità dell’offerta attraverso efficaci percorsi visivi suggeriti in base agli interessi del visitatore. All’arrivo sull’homepage, l’internauta alla ricerca di ispirazione prende conoscenza immediata delle icone/luoghi più famosi della città. Una selezione di sei di loro appare nella parte inferiore dello schermo, indicando in modo contemporaneo quali sono i punti di forza dell’offerta della città che giustificano ampiamente il soggiorno a San Francisco .

san francisco travel

La campagna “I Mighty 5 dell’Utah”. Cercare di accontentare tutti parlando di tutto ciò che ha a che fare con una destinazione spesso non porta a nulla. A questa conclusione arriva il direttore artistico di Visit Utah. Alex Fuller spiega l’importanza di superare questi falsi miti. L’idea di promuovere la destinazione attraverso i parchi nazionali non è nuova, ma il messaggio e la proposta dell’Utah sono di rendere i cinque parchi nazionali in esso presenti come un’unica destinazione, un prodotto, una sfida, un progetto per l’inclusione nella lista dei desideri dei visitatori, proprio come ha fatto il Grand Canyon. Qui il video promozionale della campagna Mighty 5®.

I risultati. Questa campagna ha spinto la destinazione dell’Utah nel panorama turistico, anche a livello internazionale. Negli ultimi 10 anni lo Stato ha registrato una crescita del turismo del 44%, contro il 35% dei paesi vicini. Secondo Vicki Varela, direttore dell’Ufficio del Turismo Utah, l’Utah è ora “sulla mappa“.

Suggerimenti per un forte posizionamento 

Anche altre destinazioni si sono effettivamente posizionate con questo tipo di approccio, un esempio è la Groenlandia con la campagna artica The Big Five. Ultimamente alcune destinazioni hanno pensato anche di proporre gli elementi essenziali della loro offerta sotto forma di lista al fine di rendere più facile la pianificazione del viaggio in particolare per coloro che sono alla loro prima visita. Questo è ciò che hanno fatto Visit Copenaghen, HelloBC, responsabile della promozione British Columbia e la regione del Quebec. Come dimostrato dagli esempi presentati in precedenza, per una destinazione può essere molto redditizio scommettere sui suoi punti di forza e di identità più importanti al fine di attirare l’attenzione dei potenziali visitatori e far sì che loro percepiscano e ricordino la destinazione tra quelle che nella loro mente sono classificate come luoghi da sogno -. Il resto si inserisce in un altro livello di promozione.