CI SI PUO’ SEMPRE FIDARE DEI BIG DATA?

,
CI SI PUO’ SEMPRE FIDARE DEI BIG DATA?

Secondo Trivago nell’estate 2015 l’Italia è stata la prima destinazione di vacanza dei turisti Britannici.I dati delle indagini delle banche centrali di Italia e Spagna raccontano un’altra storia. Turisti Britannici in Spagna: circa 15 milioni. Turisti Britannici in Italia circa 3 milioni. Perchè questa macroscopica differenza? Ci si può fidare sempre dei big data?

Il senso della domanda non è tanto sul ragionare circa l’affidabilità di Trivago, ma mettere in risalto il fatto che i big data riportano solo alcuni tasselli del puzzle e noi facciamo finta di avere l’intero puzzle. Nel caso specifico, con un pò di speculazione, possiamo supporre che il dato di Trivago sia riferito alle ricerche provenienti da IP inglesi relativi a possibili hotel in luoghi dove effettuare le vacanze estive. In sostanza è una manifestazione di interesse. Se la nostra ipotesi è corretta, vuol dire che una parte dei potenziali vacanzieri (non tutti vanno in vacanza e non tutti utilizzano internet per prenotare il loro soggiorno) inglesi (a proposito non sottostimeremmo il numero di IP inglesi associabili a persone residenti in UK di diversa nazionalità) che considera di soggiornare in Hotel (non tutti scelgono questa opzione) nel periodo estivo stava cliccando, su una delle tante piattaforme oline,  più idee di soggiorno (in Hotel) in Italia, rispetto alla Spagna. Messa così’, affermazione ecco dove vanno in vacanza i Britannici acquista un altro senso.

Competenze

Postato il

9 febbraio 2016